Blog: http://seehund.ilcannocchiale.it

tentato suicidio

un ragazzo, di un paese vicino al mio, si e' impiccato in casa.
I genitori erano andati a fare la spesa ed ha aspettato che suo
fratello uscisse per andare a cena a casa di amici.
L'hanno ritrovato i genitori quando sono tornati a casa, era passato
all'incirca un quarto d'ora.
Il ragazzo ora e' all'ospedale, il cuore va da solo, ma e' cerebralmente morto.
Io non lo conosco ma alcuni miei amici si, e sono andati a Colonia insieme con lui.
Motivo forse non si saprà mai.
si sa solo che la sua fidanzata l'ha lasciato una settimana
prima del suicidio.
Potete immaginarvi di come possa stare la ragazza (sensi di colpa anche se non
e' giusto che c'e' li abbia)
E i suoi amici hanno raccontato che i giorni prima in chat come
nickname aveva "ho voglia di chiudere gli occhi" e all'ultimo giorno
"ciao a tutti".
Sono tutti molto scossi.
Ed ora tante domande anche sul fatto clinico.
Ma si puo' dichiarare morto o no?
ed e' giusto lasciarlo magari in coma?
I dottori dicono che la sua e' una vita vegetativa.

Ma come si fa a 20 anni a non avere piu' speranza? Dove ci sta
portando il mondo?
ed e' vero che la Chiesa reputa il suicidio un peccato?

Signore Gesu' porta in cielo tutte le anime specialmente quelle piu'
bisognose della tua misericordia.

Pubblicato il 30/4/2008 alle 13.0 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web