Blog: http://seehund.ilcannocchiale.it

luce

 

Immersa nell’oscurità

conosco ogni anfratto,

so i miei tormenti

e cautelamente muovermi.

Temo l’abbagliante luce

che rischiarando acceca.

Temo la rinfrescante aria

che ossigenando

brucia sulle ferite.

Dio, Tu che tutto puoi

liberami dalle mie catene

ed entra come piccola luce

e pian piano rischiara.

Pubblicato il 1/2/2008 alle 9.54 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web